carlomoccaldi

Laureato in Scienze Politiche all'Università La Sapienza, con una tesi di Storia Moderna su Bartolome De Las Casas e la sua denuncia del genocidio dei nativi durante la 'Conquista' europea delle Americhe, negli anni Novanta inizia a collaborare con quotidiani e riviste. Privilegia le tematiche sociali, ambientali e le voci della città delle diversità culturali, le periferie e le trasformazioni dei quartieri. Dopo un Master in Comunicazione Pubblica, (La Sapienza facoltà di Sociologia) scrive e pubblica inchieste sule riviste 'Capitolium’ e ‘InComune’, collabora con l’Ente ‘Roma Natura’ (contenuti della newsletter mensile 'Foglia di informazione' e redazione dei testi del volume ‘Natura in città’),con il Comune di Anguillara Sabazia (ufficio stampa e redattore rivista istituzionale ‘il Cittadino’).
Dal 2005 inizia a collaborare con il quotidiano 'La Repubblica' nel settimanale 'Metropoli' dedicato alle comunità straniere. Grazie ad un'esperienza quotidiana a contatto con le numerose etnie di immigrati, si specializza nel giornalismo e nella comunicazione interculturale e crea il progetto di comunicazione 'Mosaici'. Dal 2008 al 2010 crea e cura i contenuti di tre riviste: Voci, Mosaici e Piazza Vittorio, finanziate dalla Coinstar (ex Travelex), l'Unar (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali) e dalla Provincia di Roma (finanziamento progetto di integrazione 'Mediante').
Dal 2oo8 lavora al progetto ‘L’Italia Accanto’ una mostra fotografica itinerante dedicata alle comunità straniere, in collaborazione con l’Unar. Tra i tanti luoghi di allestimento ricordiamo: i portici di Piazza Vittorio, Parco delle Valli, (ex Quarto Municipio) durante l’evento ‘Natale di Roma Natura, spazio sociale ‘Decolliamo’ in via Alberini a Colli Aniene (ex Quinto municipio), nel festival di fotografia ‘Occhirossi’ allestito prima nelle strade del Quarticciolo e successivamente nei suggestivi locali di Forte Prenestino.
Nel 2010 è docente di comunicazione interculturale presso l'Università Cattolica, Master in migranti, culture e psicopatologie. Pubblica reportage e inchieste su quotidiani (Epolis) riviste (Donna di Repubblica, il Venerdì)e agenzie stampa (Adn Kronos).Cura una rubrica settimanale sull'immigrazione a Radio Città Futura
Nel 2011 pubblica il libro 'Ho visto uomini e fiori a Piazza Vittorio', ristampato nel 2016.
Nel 2012 scrive 'Angeli con le ruote', diario autobiografico e una riflessione sulla malattia e i tanti tabù nell'accettarla e accettarsi.

Insieme al giornalismo ha sempre svolto diverse attività culturali e sociali, consapevole del fatto che non bisogna delegare la ‘cura’ e la gestione dei quartieri, degli spazi verdi, del patrimonio culturale. La qualità e la crescita della città passano attraverso cittadini attivi, responsabili e propositivi. Che si prendono cura del territorio e delle relazioni tra gli abitanti.
Nel 2015, costituisce l’associazione culturale ‘Coll’Arte’, di cui è tuttora il presidente in carica, che si dedica ad attività di valorizzazione del territorio attraverso la cultura e il recupero della memoria. Tra le principali iniziative di questi primi anni di attività: la creazione nel borgo di Collalto Sabino (provincia di Rieti) di un Archivio Fotografico Storico, in collaborazione con l’Archivio di Stato di Rieti e l’Istituto Luce (‘Didattica Luce’), una raccolta di immagini, proverbi, strumenti tradizionali di lavoro, documenti pubblici e privati (Progetto ‘Fili di Memoria’).
Dal 2018 si dedica soprattutto alla scrittura e all’elaborazione di progetti culturali per le periferie romane. Crea due gruppi su facebook (‘Poetazzi’, e ‘Memoria de Pazzi’) , attraverso i quali si raccolgono poesie e recuperano immagini del quartiere ‘Casal de Pazzi. Le due iniziative sono molto seguite e sono in attesa di trovare uno spazio reale, nel territorio. La cultura aiuta e favorisce la socializzazione ed è un antidoto e un’alternativa concreta ai rischi di periferie-ghetto abitate dal degrado e da giovani senza futuro.

Dal 2005 convive con il Parkinson, malattia imprevedibile e difficile da gestire, che ha condizionato inevitabilmente le attività professionali e ha necessariamente comportato un adattamento delle priorità quotidiane.
Da circa dieci anni pratica il buddismo 'laico' della Associazione Soka Gakkai, di cui è membro. Dopo un periodo di soggiorno nel litorale romano, vive a Roma, con la sua amica a quattro zampe Orsetta.

email

carlo.moccaldi@gmail.comprivacy

address

Carlo Moccaldi (Roma)

phone

3921272853

Share
Link
https://www.carlomoccaldi.it/about
CLOSE
loading